energia e natura - una sfida eterna

Ibis Tributsch

E se l’energia avesse carattere dinamico?

Nella mia posizione di fisico e di ricercatore ho osservato con un certo disagio che alcuni aspetti importanti della fisica quantistica riescono incomprensibili all’intelligenza umana, sebbene il modello matematico sembri funzionare.
L’impossibilità di localizzare, la mancanza di causalità, la comunicazione con velocità superiore alla velocità della luce e quindi il fondamento irrazionale della natura non sono concetti di facile assimilazione. Lo stesso accade per la conclusione dedotta dalla teoria della relatività, secondo la quale il tempo è un’illusione. Il contatto con la natura mi ha suggerito una riflessione su questo punto.
Dal 1994 ho cercato di capire quale evoluzione abbia subito il nostro concetto di energia a partire dall’antichità. In origine la questione si pose in quanto i filosofi antichi cominciarono ad interessarsi ad una grandezza che, in mezzo a tutte le trasformazioni che si verificavano nel nostro mondo, rimaneva costante.
Molto più tardi questa grandezza fu identificata con l’energia. Mentre tutto il resto muta, infatti, l’energia rimane costante. Ma l’energia quale è definita dalla fisica moderna ha perso ogni rapporto con le trasformazioni. Come può essere così, se essa è caratteristica di un ambiente in trasformazione continua? L’energia quale si considera oggi è in grado soltanto di produrre lavoro, ma non di suscitare interesse.
L’energia è una grandezza scalare e non vettoriale. Perché l’energia si attivi è necessario che si attivino meccanismi accessori.
Ho dunque dedotto che la concezione odierna potesse contenere un errore e mi sono dedicato allo studio di che cosa accadrebbe se l’energia avesse caratteristiche dinamiche e quindi un rapporto con il tempo ( libro, rif. 10). Sembra un assunto logico, poiché nulla cambia senza trasformazione di energia.

Foto: la foto di un ibis in volo ripresa in Sudafrica (Threskiornis aethiopicus) mostra proprio le caratteristiche dinamiche che la fisica attuale non attribuisce all’energia.